Medicina Estetica Cremona - Botulino

Il botulino è utilizzato per eliminare le cosiddette rughe d’espressione,  inestetiche rughe e pieghe del viso, causate dalla contrazione dei muscoli mimici, che si formano tra le sopracciglia, le rughe interciliari, le “zampe di gallina” laterali agli occhi e per il trattamento dell’iperidrosi (eccessiva sudorazione). Il rilassamento selettivo di questi muscoli con preparati a base di proteina purificata botulinica permette di eliminare o attenuare le rughe in modo sicuro, controllabile e reversibile.

L’utilizzo dei farmaci con modalità”OFF LABEL”è regolato dalla legge che ci dice che in particolari casi un farmaco può essere utilizzato per un indicazione diversa da quella scritta nel foglietto illustrativo,se esiste un ampia letteratura che ne conferma l’utilizzo :quando si parla di “Off label”il consenso informato deve essere obbligatoriamente scritto ed è sempre consigliabile leggerlo bene insieme ai pazienti ,sottolineandone bene l’utilizzo in modo da capire esattamente che cosa si stia facendo ,quali saranno i risultati ,i rischi ,gli eventuali effetti collaterali e che si accetta la procedura assumendosi ,insieme al medico ,la responsabilità.

Il trattamento delle rughe della parte superiore del viso (rughe glabellari, frontali e perioculari), è ormai altamente codificato e standardizzato in tutto il mondo e i risultati sono molto soddisfacenti nella quasi totalità dei casi trattati. 
La popolarità, dovuta all’alto tasso di successi ed alla velocità di esecuzione, ha portato il botulino ad essere la procedura medico-estetica maggiormente richiesta negli Stati Uniti.
Questa tecnica ha inoltre il pregio di poter essere associata senza nessun problema o controindicazioni ad altri trattamenti dermoplastici come il peeling chimico e i filler intradermici riassorbibili.

Approfondimento

Storia e origini

Negli anni 80 per la prima volta viene utilizzata la proteina purificata botulinica per correggere lo strabismo. In seguito, l’uso del botulino si è esteso ad altre branche della medicina tra cui la neurologia (distonie, blefarospasmo, discinesie e spasmi muscolari), l’otorinolaringoiatria (spasmi laringei) e la dermatologia (iperidrosi). A partire dai primi anni ’90 si è iniziato ad utilizzare il botulino in medicina estetica per il trattamento delle rughe frontali, di quelle della radice del naso (glabellari) e delle zampe di gallina poste ai lati degli occhi.

Cos’è e come funziona

La PROTEINA PURIFICATA BOTULINICA è una sostanza prodotta dal batterio Clostridium Botulinum. Iniettata nei muscoli provoca la riduzione temporanea del rilascio dell’acetilcolina a livello delle giunzioni tra nervi e muscoli striati (placche neuromuscolari). L’acetilcolina è la sostanza che viene rilasciata dai nervi per trasmettere al muscolo lo stimolo per la contrazione. L’effetto che ne deriva è l’indebolimento del muscolo nel quale la sostanza viene iniettata (paralisi temporanea) con conseguente  “distensione” della pelle soprastante.

Chi può usare il botulino

L’uso della proteina purificata in campo estetico e in regime ambulatoriale è oggi  autorizzato in Italia. Il nostro paese si è così allineato con altri paesi europei e Stati Uniti dove il trattamento con il botulino è già da tempo la procedura medico estetica più frequente.
La preparazione commerciale approvata in Italia si chiama Vistabex, ed è prodotta dallaAllergan.

La legge prevede che questo farmaco possa essere utilizzato da tutti i medici abilitati alla professione. E’ perciò importante rivolgersi a medici che abbiano frequentato corsi di formazione sull’uso del Botulino e non a operatori improvvisati. L’uso del Botulino è assolutamente vietato a operatori del campo estetico non medici (Estetisti) o anche a medici nel caso in cui  eseguano tale intervento al di fuori di strutture mediche autorizzate.

Quali rughe si possono trattare

La proteina purificata botulinica riduce e attenuare le rughe di espressione che sono causate da un uso continuo dei muscoli mimici nelle diverse espressioni del viso (gioia, tristezza, preoccupazione, tensione, stanchezza). A lungo andare le rughe d’espressione possono conferire al volto una espressione fissa “corrucciata” e “preoccupata”. Indebolendo i muscoli, le pieghe delle pelle non si formano più e i solchi si attenuano gradualmente fino a scomparire.

Il botulino può correggere soltanto le rughe e i solchi causati dall’azione dei muscoli mimici e non quelli provocati dall’ invecchiamento cutaneo (fotoinvecchiamentocutaneo), o se molto profondi. In questi casi il trattamento con la proteina purificata botulinica può essere associato ad altri trattamenti quali fillers e o luce pulsata.
Con la proteina purificata botulinica possono essere trattati i seguenti inestetismi e patologie

rughe frontali (rughe orizzontali della fronte)
rughe interciliari
rughe delle labbra (rughette verticali del labbro superiore o intorno alla bocca)
rughe e solchi glabellari (situate tra le sopracciglia alla radice del naso e causate dai muscoli corrugatori)

zampe di gallina (rughe al lato degli occhi)
rughe di espressione
ringiovanimento del viso ad effetto lifting
iperidrosi (l’azione della proteina purificata botulinica sull’iperidrosi è eccellente. Con questo farmaco si può ridurre molto la sudorazione nelle sedi dove causa più spesso problemi personali: le mani, le ascelle e i piedi).

Come avviene il trattamento

Si tratta di una procedura velocissima e praticamente indolore.  Pochissime iniezioni a ponfo sono sufficienti per trattare aree estese come la fronte. Il trattamento con il botulino èambulatorialesenza ricovero e senza anestesia, e dura circa 15-20 minuti. La proteina purificata botulinica viene iniettata, in dosi minime, con una siringa da insulina dotata di un piccolissimo ago in moderata quantità all’interno dei muscoli mimici da rilassare.  Il trattamento non dà dolore ma solo un minimo fastidio dovuto all’uso del piccolo ago.
Il trattamento consente di tornare subito alle normali attività.

Durata del trattamento

Le infiltrazioni cominciano a dare risultati apprezzabili dopo 2-5 giorni dal trattamento, con il rilassamento del muscolo, e raggiungono dopo un mese la massima efficacia.
I risultati durano per altri 3-4 mesi, e poi scompaiono gradualmente. Il trattamento deve quindi essere ripetuto 2-3 volte all’anno.
La durata è in funzione delle caratteristiche individuali di riassorbimento, dei quantitativi iniettati e dell’esperienza del medico. E’ comunque consigliabile ripetere periodicamente le iniezioni, non solo per mantenere i risultati acquisiti ma anche per svolgere un’importante azione preventiva sulla formazione dei segni di espressione. Inoltre è stato dimostrato con studi clinici che l’effetto di distensione risulta lievemente più duraturo dopo qualche seduta, a causa della perdita dell’attitudine da parte del paziente a contrarre i muscoli messi ripetutamente “a riposo” dalla proteina purificata.

Effetti collaterali e controindicazioni

Il botulino è ampiamente sperimentato da molti anni nel campo della medicina estetica, e non vi sono particolari controindicazioni o complicanze. Sono molto rare le reazioni allergiche, e si consiglia di non utilizzarlo in pazienti con patologie della placca neuromuscolare, donne in gravidanza e allattamento, lesioni cutanee, sensibilità all’albumina. Raramente vi può essere una ptosi o abbassamento della palpebra superiore, della durata di 3-4 settimane e quindi reversibile.
Raramente possono comparire dei piccoli lividi che tendono a riassorbirsi in pochi giorni.

Possono essere presenti dei leggeri bruciori per i primi due giorni. E’ possibile esporsi al sole dopo circa dieci giorni.
Spesso si sente dire che il trattamento con la proteina purificata botulinica da un aspetto inespressivo al volto. In realtà il blocco dei muscoli non è mai totale e la diminuzione dei movimenti della fronte, della glabella e delle zampe di gallina non è mai innaturale. L’effetto globale è quello di un viso disteso e più rilassato. La contrazione dei muscoli riprende gradualmente e, qualora non si fosse soddisfatti dell’effetto, basta non ripetere il trattamento e tutto, dopo qualche mese, torna come prima.

Si parla spesso di lifting non chirurgico mediante utilizzo del Botulino.
Si tratta di una azione avanzata molto interessante del Vistabex che sta diventando sempre più utilizzata dagli operatori esperti: si basa sul fatto che, se si indeboliscono i muscoli del viso che “tirano” la pelle verso il basso, si può ottenere un moderato e naturale risollevamento delle strutture cadenti del viso. E’ così possibile ad esempio risollevare il sopracciglio cadente, innalzare la punta del naso, tonificare la pelle cadente del collo , elevare la pelle rilassata ai lati della bocca migliorando le classiche rughe della marionetta.